Aprire un negozio in franchising

Se hai intenzione di aprire un negozio in franchising, ecco per te alcuni consigli utili estratti freschi dal blog di Alessio Del Vecchio. Per Alessio Del Vecchio Roma e Milano sono città perfette per l’apertura di un negozio in franchising. Incominciamo subito con il chiarire che la differenza principale tra l’aprire un esercizio commerciale in maniera autonoma e l’aprire un negozio in franchising sta nel fatto che, in quest’ultimo caso, l’imprenditore avrà dei diversi vantaggi in termini di agevolazioni e competitività sul mercato.due vantaggi assolutamente da tenere presente, soprattutto perché rivelarsi molto preziosi per l’immediata riuscita del proprio business. Quali sono quindi questi vantaggi che si ottengono quando si decide di aprire un negozio in franchising? Innanzitutto, parliamo di Assistenza e consulenza fiscale, commerciale e burocratica (l’imprenditore che apre un punto vendita in franchising ha diritto di ottenere sostegno nella produzione del business plan, con annesso analisi dei costi, adempimenti burocratici e molti altre pratiche burocratiche); Formazione iniziale e corsi di aggiornamento costanti, sia per l’imprenditore che per il personale dipendente; Affiancamento pre e post apertura, anche fisico in negozio; Trasferimento di esperienza, know how, modalità gestionali ed organizzative; Valutazione della location con criteri di geomarketing e supporto nella scelta del punto vendita; Progettazione ed allestimento del negozio con la formula “chiavi in mano” (solitamente i negozi in franchising hanno tutti lo stesso arredo e stile, proprio per far riconoscere immediatamente dal cliente il marchio); Fornitura completa di arredamento, attrezzature, materiale promozionale, packaging e materiale brandizzato, insegna, prodotti di vendita, software gestionali e hardware; Condizioni di fornitura a prezzi vantaggiosi grazie al potere commerciale ed alla rete di fornitori maturati dalla rete; Spesso viene fornita, per materie non deperibili, la merce in conto vendita con possibilità di ritiro totale dell’invenduto; garanzia di ridotto rischio imprenditoriale grazie alla guida ed all’esperienza maturata dalla casa madre; notorietà del brand e reputazione sul mercato grazie a massicce ed accattivanti campagne marketing e promozionali a livello nazionale. Per quanto riguarda invece gli iter burocratici per l’apertura di un esercizio commerciale, sono i medesimi che per gli altri negozi, quindi anche se si vuole aprire un negozio in franchising. Ecco gli step da seguire: Apertura Partita Iva, Iscrizione al Registro delle Imprese presso la Camera di Commercio, Apertura posizioni INPS ed INAIL (è possibile anche fare le principali registrazioni attraverso la Comunicazione Unica, da inviare in via telematica con posta certificata PEC alla Camera di Commercio), Dichiarazione di inizio attività al Comune almeno 30 giorni prima dell’apertura, Permesso per esporre l’insegna, Pagamento dei diritti SIAE per diffusione di musica. Insomma, aprire un negozio in franchising non è difficile e può portare enormi vantaggi!